La storia del Centro

 

Nel 1997, l’allora ministro per gli Affari Sociali, Livia Turco, riesce a dar seguito agli impegni internazionali presi anche dall’Italia per l’adozione di politiche rivolte alla difesa e promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Vi riesce portando all’approvazione del Parlamento una specifica legge, la Legge 285. È grazie a questa legge e ai successivi provvedimenti per la sua attuazione che tra il 1998 e il 1999 si può dare avvio a livello locale a progetti che permettono di dar vita a diverse iniziative destinate ai bambini, minori e adolescenti della nostra città.

In questo contesto che il Municipio Roma X decide di prevedere la realizzazione anche di un Centro di Aggregazione per Adolescenti all’interno del 1° piano territoriale per l’attuazione della legge 285/97. È così che apre i battenti nella primavera del 1999 il Centro Giovanile “Batti il Tuo Tempo”. Il Municipio Roma X individua i locali da destinare all’iniziativa all’interno dell’edificio in cui hanno sede i propri uffici, in piazza di Cinecittà 11 (Metro A Subaugusta).

Nel rispetto dello spirito e degli elementi di innovazione introdotti dalla legge, è individuato nel privato sociale un importante partner per lo sviluppo e l’attuazione degli interventi promossi nel territorio cittadino. Il progetto per gli adolescenti che nasce nel X Municipio è il centro di aggregazione denominato “Batti il Tuo Tempo”. Il Centro è gestito sin dall'inizio in modo congiunto da tre strutture attive da anni sul territorio e che grazie alle loro diverse storie ed esperienze portano all'interno del progetto proposte, idee, servizi, conoscenze e competenze che arricchiscono l'offerta del centro: la Cooperativa Sociale "Le Rose Blu", l'Associazione Internazionale Noi Ragazzi del Mondo (AINRAM) e l'Associazione di Volontariato CICUE.

Inizia così un'avventura lunga ormai 14 anni, che ha visto il coinvolgimento di centinaia di ragazzi e ragazze del X Municipio, per i quali sino al 1999 nulla di simile era disponibile sul territorio. Il Centro di aggregazione per adolescenti si pone come parziale risposta alle esigenze del territorio di spazi destinati ai ragazzi dove essi possano incontrarsi e confrontarsi con i coetanei, acquisire nuove competenze, sperimentare nuovi modi di stare insieme.

Da marzo 2007 la gestione del Centro è affidata alla Le Rose Blu.