CLOSE WINDOW   X

Nel comune di Roma il territorio del VII Municipio è storicamente uno dei più densamente popolati della Capitale, conta infatti 308.000 abitanti di cui oltre 25.500 giovani fra i 10 ed i 19 anni, fra questi circa il 15% risiede solo nella zona di Don Bosco.
In questo contesto il servizio scolastico non è distribuito allo stesso modo in tutto il territorio, ci sono quartieri privi di scuole superiori, negli istituti presenti si evidenzia un tasso di bocciatura del 16,56% e di conseguente dispersione scolastica ancora molto elevato. 
Nelle zone urbanistiche interessate il tasso di offerta culturale risulta tra i più bassi di tutta Roma, con soli 8 sedi tra cinema, biblioteche e teatri, con alcune porzioni di territorio completamente sprovviste dei più basilari servizi di cittadinanza o aggregazione, incluse le piazze.
L’aggregazione giovanile spontanea che fino a pochi anni fa si ritrovava nelle piazze, si è andata man mano disgregando, l’offerta culturale in particolare è diventata sempre minore a causa di un definanziamento complessivo che ha portato alla chiusura nel tempo di teatri, cinema, associazioni culturali e altre realtà che nel territorio offrivano un servizio alla cittadinanza.
La conseguenza è che l’aggregazione giovan
ile, nel suo ridursi, si è spostata soprattutto all’interno dei numerosi centri commerciali, nei quali per i giovani l’offerta formativa e culturale è sostituita da mere occasioni di consumo.
A pagarne le spese sono proprio i ragazzi meno abbienti e meno inseriti socialmente che per una mancanza di stimoli culturali e sociali oggi rientrano nella nuova e sempre più diffusa categoria dei NEET.
In questo contesto mutato, tutti i servizi rivolti ai giovani del territorio ed in particolare i centri previsti dalla legge n.285 del 1997 sono stati via via depotenziati rimanendo comunque l’ultimo baluardo di resistenza alla mercificazione dei saperi e al processo di disgregazione sociale.
Per esempio nel nostro territorio il centro giovanile “Batti il tuo tempo” ha rappresentato per più di diciotto anni un reale punto di riferimento per i più giovani del territorio. È stato capace di essere reale intervento di previdenza e crescita collettiva con le sue attività ideate per accompagnare la formazione dell’utenza che hanno spaziato nel tempo dai laboratori artistici e culturali al sostegno allo studio contro la dispersione scolastica sino al difficile orientamento al lavoro.
Questa esperienza rischia di chiudere i battenti e vanificare l’intervento svolto negli anni. Infatti, a Marzo 2018, a termine del bando vigente, il Municipio rientrerà in possesso dei locali chiudendo il servizio.
Ad oggi, sembra non siano previsti né spazi alternativi né un nuovo bando per proseguire le attività nei locali in questione.

Invitiamo quindi tutte e tutti a partecipare all’assemblea popolare che si terrà il 15 Dicembre ore 17.30 presso i locali del “Progetto ECCoCI” e del centro giovanle “Batti il Tuo Tempo” a Piazza di Cinecittà 11.